La chiocciola: una manna poco amata

da | 4 Nov 2017 | Curiosità | 0 commenti

Mentre nel Rinascimento italiano le lumache comparivano nei ricettari gastronomici dei maestri della cucina, a Parigi la chiocciola subisce il disprezzo o addirittura, è considerata immangiabile. Nella sua “Enciclopedia” (1765) Diderot riferisce che «solo i contadini mangiano le lumache negli stufati e nelle minestre». La lumache vengono considerate come pietanza rustica dei Guasconi e più in generale della gente che abitava nelle aree meridionali vinifere francesi. Eppure la chiocciola ha percorso molta strada negli anni successivi, conquistando i palati dei francesi tanto da diventare uno dei simboli più forti di questa cucina.

Ricordiamo, dopo tutto, che la chiocciola da sempre è stata una manna durante le spaventose carestie che periodicamente colpivano l’intera Europa.

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi